Come organizzare il corteo nuziale

Come organizzare il corteo nuziale 10/giu/2017
Nota allegra, tenera e piena di spontaneità per un matrimonio colorato sono i paggetti e le damigelle. Importanti dal punto di vista della scenografia, aggiungono grazia all'intero quadro e regalano sorrisi e buon umore a tutti i presenti. Si ha traccia di paggetti e damigelle di matrimonio già nei cortei di nozze cantati dai poeti latini con i loro antenati, ossia gli Amorini e le Grazie, che accompagnavano al tempio la sposa sorreggendo le fiaccole accese e intonando l'inno a Imeneo, Dio delle nozze.
 
Le bambine dell'età  di solito compresa tra i 3 e i 6 anni a cui è assegnato il compito di spargere petali di fiori al passaggio della sposa,mentre maschietti il cui incarico ufficiale è quello di portare il cuscino con le fedi. Queste figure sono quasi sempre accompagnate dalle damigelle d'onore della sposa, le sue amiche adulte, e dai Best Man, aiutanti fidati dello sposo!
Il numero di paggetti si può decidere in base alla disponibilità e all’effetto coreografico che si intende dare alla cerimonia; in linea di massima sono in numero pari, da due fino ad un massimo di 8 e procedono sempre a coppia.
Ecco le regole, a grandi linee:
 
·       una sola piccola damigella precede la Sposa con il cestino petali o piccolo bouquet
 
·       entrambi i due paggetti (femminuccia e maschietto) camminano insieme prima della Sposa
 
·       due damigelle e un paggetto sono disposti in modo alternato, le bimbe in testa mentre l’unico maschietto segue la sposa con il cuscinetto fedi, oppure, se si vuole dare un tocco ancora più scenografico, tutte e tre i piccoli protagonisti posizionati a triangolo all’inizio del corteo.
 
Rimane il fatto che la presenza di bambini durante il corteo nuziale rende sempre  tutta l’atmosfera,magica e pura.      




Nome
Email
Messaggio
Invia Commento